L’Ungheria non merita di stare nell’UE

84

Si è parlato in questi giorni di Ungheria e di Viktor Orbán, il primo ministro che, con una legge approvata dal parlamento, ha ottenuto “pieni poteri”.

⁉️⁉️𝗖𝗢𝗦𝗔 𝗦𝗧𝗔 𝗦𝗨𝗖𝗖𝗘𝗗𝗘𝗡𝗗𝗢 𝗜𝗡 𝗨𝗡𝗚𝗛𝗘𝗥𝗜𝗔?⁉️⁉️
Sono stati conferiti maggiori poteri all’esecutivo che può governare per decreto e decidere di sospendere le sedute del Parlamento.
Sono state sospese le elezioni di ogni ordine (come in altri paesi dove è in corso l’epidemia, ricordiamo che in Italia il 29 marzo si doveva tenere un importante referendum costituzionale che è stato annullato).
Sono aumentate le pene per chi diffonde notizie false o che turbano l’ordine pubblico, pene da 1 a 5 anni (in Italia arrivano a 6 mesi).

📝📝𝗔𝗟𝗧𝗥𝗜 𝗣𝗔𝗘𝗦𝗜 𝗛𝗔𝗡𝗡𝗢 𝗘𝗠𝗔𝗡𝗔𝗧𝗢 𝗡𝗢𝗥𝗠𝗘 𝗦𝗜𝗠𝗜𝗟𝗜?📝📝
🇺🇸Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha iniziato a definirsi “wartime president”.
🇮🇱Il primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, ha autorizzato l’agenzia di sicurezza israeliana a rintracciare i cittadini utilizzando una serie segreta di dati dei loro cellulari, e il governo può punire coloro che sfidano gli ordini di isolamento con un massimo di sei mesi di carcere. Inoltre la chiusura dei tribunali ha posticipato a data da definirsi i processi a carico del premier.
🇯🇴In Giordania il primo ministro Omar Razzaz ha dichiarato che il suo governo “si occuperà di chiunque diffonda voci, falsità e false notizie che seminano il panico”.
🇹🇭In Thailandia, il governo guidato da Prayuth Chan-ocha ha l’autorità di imporre il coprifuoco e censurare i media. I giornalisti sono stati citati in giudizio e intimiditi per aver criticato la risposta del governo nella gestione dell’epidemia.

👑👑𝗖𝗛𝗘 𝗙𝗢𝗥𝗠𝗔 𝗗𝗜 𝗚𝗢𝗩𝗘𝗥𝗡𝗢 𝗛𝗔 𝗟’𝗨𝗡𝗚𝗛𝗘𝗥𝗜𝗔?👑👑
Secondo la precedente Costituzione del 1947 (fortemente emendata nel 1990), il Paese era una repubblica parlamentare. L’Assemblea Nazionale (Országgyűlés), Parlamento nazionale unicamerale dell’Ungheria, era composta, fino al 2011, da 386 membri, eletti ogni 4 anni. Per poter accedere al Parlamento, i partiti dovevano superare la soglia del 5% dei voti popolari. Dal 1º gennaio 2012, con l’entrata in vigore della nuova Costituzione, il nome dello Stato è diventato semplicemente “Ungheria” e la parola “Repubblica”, che prima caratterizzava il nome completo dello Stato, non compare più nel nuovo testo costituzionale. Inoltre, i deputati dell’Assemblea Nazionale sono stati ridotti a 199 membri.
Nelle ultime elezioni il partito di Orbán il Fidesz ha preso il 49% dei voti, ottenendo il 66% dei seggi. Questo perchè l’opposizione era divisa in più partiti e perchè la legge elettorale ungherese favorisce il partito maggioritario.

👴🏼👴🏼𝗘𝗦𝗜𝗦𝗧𝗘 𝗨𝗡 𝗣𝗥𝗘𝗦𝗜𝗗𝗘𝗡𝗧𝗘 𝗗𝗘𝗟𝗟𝗔 𝗥𝗘𝗣𝗨𝗕𝗕𝗟𝗜𝗖𝗔?👴🏼👴🏼
In Ungheria esiste un Presidente della Repubblica, János Ader, che sta svolgendo il suo secondo mandato. A lui tocca ratificare le leggi approvate dal parlamento. Il Presidente della Repubblica è votato dal Parlamento con maggioranza di 2/3. E’ stato votato dal Fidesz di cui è membro.

🗳️🗳️𝗟’𝗨𝗡𝗚𝗛𝗘𝗥𝗜𝗔 𝗘̀ 𝗗𝗘𝗠𝗢𝗖𝗥𝗔𝗧𝗜𝗖𝗔?🗳️🗳️
No, l’Ungheria non è una democrazia, o almeno non è una democrazia liberale. Ovvero i tre poteri dello stato non sono né in equilibrio né indipendenti. L’esecutivo ha un ruolo maggiore e non ci sono poteri indipendenti che lo controllano. Questo soprattutto perchè un partito, il Fidesz, gode di una maggioranza schiacciante in Parlamento da 10 anni. In questa maniera il Fidesz ha potuto facilmente occupare il maggior numero delle cariche istituzionali dello Stato, fatto avvenuto in maniera legittima. Questo ruolo “forte” dell’esecutivo è accresciuto con lo stato di emergenza.

𝗟’𝗨𝗡𝗚𝗛𝗘𝗥𝗜𝗔 𝗘̀ 𝗨𝗡𝗔 𝗗𝗜𝗧𝗧𝗔𝗧𝗨𝗥𝗔?
No, l’Ungheria non è una dittatura. In Ungheria le ultime elezioni, le amministrative del 2019 hanno visto candidati dell’opposizione vincere numerosi comuni, alcuni anche importanti come la capitale Budapest. La libertà di stampa è garantita anche se non è in ottima salute. I diritti civili e politici dei cittadini sono garantiti.

La situazione dell’Ungheria è molto più complessa di come si possa immaginare. Secondo la dottrina platonica, ogni popolo decide la forma di potere che meglio rispecchia il popolo.
L’Ungheria è uno Stato nato recentemente; il 23 ottobre 1989, avviata con le elezioni del 1990.
Già sottomessa nel regno Austro-Ungarico, suddivisa nel 1920 con il famigerato Trattato di Trianon (dove venne sottratta più dei 2/3 della popolazione e il 72% del territorio che le spettava), poi sotto dominazione nazista, poi comunista, arriva ad oggi scossa da numerose guerre e dominazioni.
Il popolo magiaro ha superato con vigore e forza tutto ciò che ha visto, con volontà e forza.
Sono riusciti a conquistare la libertà, sapendola usare nel miglior modo possibile.

Dobbiamo comprendere che la stabilità politica è ben diversa da una dittatura.
La maggioranza parlamentare è sinonimo di stabilità, non di occupazione illegittima dei seggi parlamentari.
Una durata di governo longeva non è sinonimo di regime illiberale.
Si sta sperimentando un nuovo modo di gestire la cosa pubblica, approvata dai cittadini. Con poteri che, nel resto d’Europa, altri paesi hanno già istituzionalizzato.

Credo fortemente che l’Ungheria sappia cosa sia la dittatura, hanno sperimentato su di loro tutto quello che il mondo di peggio è riuscito a creare: le dittature comuniste e nazifasciste.
Vogliono soltanto stabilità e sicurezze, cerchiamo di comprendere questo e di analizzare le questioni rispettando le volontà popolari.
Ai nostri politici, consiglio fortemente di pensare prima di riflettere, citando Andrea Cammilleri.

📚📚FONTI📚📚
i) https://ungherianews.com/…/ungheria-dittatura-o-democrazia/…
ii) https://it.wikipedia.org/wiki/Ungheria…
iii) https://www.wired.it/…/coronavirus-orban-pieni-poteri-mondo/
iv) http://www.lacostituzione.info/…/la-pretesa-democraticita-…/
v) https://it.wikipedia.org/wiki/Grande_Ungheria