L’INCOMPETENZA AL POTERE: FORZA ITALIA.

239



Ebbene no, non parlo del M5S o Lega quest’oggi; parlo di Forza Italia.
Voglio spiegare a tutti voi, da ex-militante di Forza Italia, che il problema principale di Forza Italia è Forza Italia stessa.
Doveva essere il partito liberale, il partito considerato l’ “argine del populismo”.
FALSO.
Forza Italia è composta, in gran parte, da un ammasso di incompetenti e buoni a nulla, pronti a scalare la vetta di una collina (è un gioco di parole voluto, ndr).

FORZA ITALIA È PEGGIO DEI 5 STELLE.
Lavorando all’interno del partito, mi sono reso conto di come esso sia il nulla cosmico.
Manca la comunicazione, un organismo serio che sappia coordinare i bisogni di varie realtà.
Un partito al 7% non ha bisogno di gente che non sa gestire raporti fra i vari coordinamenti.
Ha bisogno di PERSONE CON CARISMA E QUALIFICATE. Non di persone che si credono DEUS EX MACHINA quando invece sono soltanto delle persone egoiste che ascoltano la propria voglia di potere. FALLITI, ecco cosa sono.
Vogliamo parlare poi del Giovanile di Forza Italia? I dirigenti sanno come alcune regioni sono gestite? Da far venire i brividi. Gente che manco sa relazionarsi messa a capo di un movimento dove la relazione TRA GIOVANI è alla base di tutto. È la macchina per far crescere persone con un forte senso di arrivismo politico.

QUOUSQUE TANDEM ABUTERE, FORZA ITALIA, PATIENTIA NOSTRA?
Da un amante del centro destra, ho bisogno di un partito liberale. Un partito Thatcheriano, un partito che possa rendermi orgoglioso dei miei ideali. Purtroppo, questo non è il momento. Ma ci sarà, e quando ci sarà, questo Paese potrà finalmente sentirsi libero.
Purtroppo Forza Italia è stata la prima onda di populismo, dove gli italiani hanno riposto fiducia più volte. E noi non siamo stati in grado di compiere mai la cosa giusta.
Adesso subiamo le conseguenze dell’onda del populismo creato da questo partito.

Voglio essere chiaro, esco ufficialmente da Forza Italia, mi dispiace non poter aiutare la mia attuale città, Pisa, ma ci saranno occasioni migliori per poter lavorare a far crescere questa città, già grande.

Ringrazio soltanto chi mi è stato accanto in questo periodo, due amici che credo debbano fare questo passo anche loro al più presto se vorranno liberarsi di questo peso inutile.

Non dico nulla al partito locale pisano. Chi vuol capire, capisca. Almeno per una volta, la dirigenza, la faccia finita di pensare a sé stessa e si apra con gli altri all’interno del suo partito. LA DIRIGENZA sa di essere sola, e ci resterà continuando così.
Lu sceccu ca s’avanta nun vali mancu ‘nna lira. Con questo, mi sono abbastanza spiegato. A buon intenditore, poche parole.

Cavolo, dovevate per forza farmi stare dalla parte di Alessandra Mussolini​, senza offesa eh! Ha fatto bene ad andarsene, ed adesso la capisco!

Bah, in attesa che il Partito Liberale esca fuori, io starò qui a commentare ciò che riterrò opportuno e spero voi possiate aiutarmi a crescere!

Grazie a tuttti!

Rispondi al commento

Your email address will not be published.